Da Assisi a Perugia: i luoghi della spiritualità

Non si può dire di aver visitato l'Umbria se prima non si fa tappa ad Assisi, una gemma del nostro patrimonio culturale. La città è conosciuta soprattutto per aver dato i natali a San Francesco e Santa Chiara. Attorno a queste due rilevanti figure, sono nate chiese, abbazie e monumenti che celebrano le loro gesta. Pellegrini e curiosi provenienti da tutto il mondo, rimangono affascinati dai capolavori di Giotto, Cimabue, Pietro Lorenzetti e Simone Martini conservati nella basilica di San Francesco.

Assisi

Da vedere anche la basilica di Santa Chiara, disegnata dall'architetto Filippo da Campello. Ed è proprio qui che si trova un crocifisso che, in origini, era stato posto nella chiesa di San Damiano.

Ma di luoghi francescani ce ne sono molti altri, anche fuori le mura della città. Lasciamo quindi il centro storico di Assisi e ci dirigiamo verso l'eremo delle Carceri, il Sacro Tugurio, che si dice sia stato il rifugio estremamente angusto del Santo e la Porziuncola, dove egli morì nel 1226.

Il nostro viaggio alla ricerca della spiritualità continua alla volta dell'abbazia di Montelabate, nota anche come Santa Maria di Valdiponte. Passeggiando tra abeti e natura incontaminata, è facile ritrovare benessere ed equilibrio interiore prima ancora di giungere di fronte alla struttura benedettina. Maestosa ed elegante, databile tra il IX e il X secolo, l'architettura custodisce un bellissimo chiostro attraverso il quale ci si collega alla cripta.

Deruta e Torgiano sono altre due tappe da non lasciarsi sfuggire: qui si trovano i migliori prodotti d'artigianato e da tavola. Si pensi solo all'olio o al vino. La prima città, infatti, viene anche definita la capitale della ceramica dell'Umbria grazie alle numerose botteghe che da anni lavorano nel settore.

Torgiano, invece, è un piccolo borgo squisitamente medievale nato come estensione di un antico castello. A due passi dal fiume Chiasco e immersa tra uliveti e filari, merita una sosta anche solo per gustare un calice di Rosso Riserva oppure visitare il museo locale dedicato ai mestieri e alla cultura contadina.

Arriviamo così a Perugia, associata spesso alla dolcezza del cioccolato o al festival estivo di musica jazz. Anche in questo caso, gli appassionati di arte non rimarranno delusi e potranno ammirare le prestigiose testimonianze di Piero della Francesca, Benozzo Gozzoli, Beato Angelico e Perugino.